Documenti


Occupato questa mattina il Bastione San Gallo, nel cuore delle mura
cittadine pisane. Questo spazio, abbandonato da anni alla sporcizia e al
degrado, è stato negli ultimi anni più volte riqualificato da realtà
autorganizzate, che lo hanno occupato riaprendolo alla città.

In questa occasione il Bastione ospiterà lo "ZAP Festival"- Meeting di
Resistenza urbana: 4 giorni di musica, dibattiti, mostre, presentazioni
di libri e divertimento.

Tra le realtà promotrici del festival c’è il CASP (Collettivo Autonomo
Studenti Pisani); protagonista delle lotte all’interno del mondo della
formazione durante lo scorso inverno, il CASP è impegnato da tempo in un
percorso di denuncia dello stato di abbandono e degrado in cui versano
tanti luoghi, piazze ed edifici di Pisa.

A sostegno dei compagni e delle compagne del CASP, anche lo Spazio
Antagonista Newroz, il Progetto Prendocasa e il Collettivo Universitario
Autonomo. (altro…)

A Pisa da 13 al 16 luglio si terrà lo ZAP!Festival, meeting di
resistenza urbana organizzato dalla Zona Autonoma Pisana.

Promotori del festival sono alcuni collettivi e progetti politici,
accomunati dalle pratiche di riappropriazione di spazi e tempi di vita e
dalle rivendicazioni di reddito e diritti, che, partendo dallo Spazio
Antagonista Newroz, hanno coinvolto ed attraversato svariati segmenti
sociali della città toscana.
In particolare i collettivi che agiscono nel mondo della scuola e della
formazione (il Collettivo Universitario Autonomo e il Collettivo
Autonomo Studenti Pisani) e il Progetto Prendocasa, attivo per il
diritto all’abitare.

Sul palco del festival saliranno tantissimi artisti italiani e
stranieri, che si alterneranno in serate nelle quali si spazierà dal
rap, al jazz, al reggae, all’hip hop, il tutto accompagnato da
iniziative, mostre, presentazioni di libri, aperitivi musicali. (altro…)

http://zapfestival.blogspot.com

Pisa – Grande successo ieri sera e stanotte per la
Luminara dei Diritti, organizzata da Zona Autonoma Pisana. I compagni e
le compagne di ZAP sono tornati in Largo Ciro Menotti, la piazza che per
12 giorni ha ospitato la tendopoli delle famiglie di via Marsala.

La festa della Luminara, che ogni anno si svolge a Pisa nella notte tra
il 16 e il 17 giugno, porta nella città toscana migliaia di persone.
Tantissime le feste organizzate nelle diverse piazze pisane per questo
evento, tra cui quella di Largo Ciro Menotti, che centinaia di persone
hanno deciso di attraversare.

Un momento di festa, durante il quale il Progetto Prendocasa e le
famiglie di via Marsala hanno ancora una volta sottolineato l’importanza
della lotta per il diritto alla casa: "4000 case sfitte, tre sfratti a
settimana-occupare non è un reato", è la frase scritta sullo striscione
che è stato appeso nella piazza.

Le famiglie di via Marsala, in mezzo alla strada dal 26 maggio scorso,
quando centinaia di uomini delle forze dell’ordine sgomberarono lo
stabile di proprietà Pampana, chiedono diritti per loro e per tutte
quelle famiglie che, colpite dalla crisi economica, sono sotto sfratto
perché "colpevoli" di non riuscire più a pagare affitti da capogiro. (altro…)

 
IN TEMPI DI CRISI CHIEDIAMO DIRITTI

La vicenda delle 8 famiglie di via Marsala, sgomberate dalle forze
dell’ordine prima dalla palazzina occupata di Riglione e poi dalla
tendopoli di Largo Ciro Menotti, ci parla di due opposte realtà: da un
lato c’è il coraggio di queste famiglie, che di fronte all’imperversare
della crisi e alla mancanza di risposte concrete all’emergenza abitativa
hanno deciso di compiere una scelta di dignità, riappropriandosi di un
diritto inalienabile come quello della casa; dall’altro lato ci sono le
istituzioni, che mostrano tutta la loro debolezza trattando le istanze
sociali come mere questioni di ordine pubblico, opponendo alla richiesta
di diritti la polizia e i carabinieri in antisommossa. (altro…)
Prosegue il presidio permanente sotto il Comune di Pisa delle
famiglie di via Marsala, da 20 giorni sgomberate, da 20 giorni ancora
senza una soluzione, mentre in città si scatena il dibattito sulle
politiche abitative.

La lotta delle famiglie di via Marsala continua a mettere il dito nelle
profonde contraddizioni del potere economico e politico pisano.

Lo striscione appeso ieri al presidio permanente, che recitava “Tante
case senza gente, tanta gente senza casa”, ha come bersaglio non solo i
grandi speculatori, come il proprietario della palazzina di Riglione, ma
anche il Comune stesso: secondo un’indagine dell’Unione Inquilini nella
provincia di Pisa ci sono circa 250 immobili ERP inutilizzati, perché
il Comune non ha i soldi per piccoli lavori di manutenzione.

Una scelta politica chiara, dato che il Comune trova fondi per costruire
nuovi alloggi, andando ad arricchire le tasche dei costruttori, impegna
il bilancio dei prossimi due anni nel PIUSS, un progetto di
“riqualificazione” del centro storico, e continua a s-vendere tutto il
suo patrimonio immobiliare per fare cassa.
(altro…)

Firenze – Iniziato questa mattina lo sgombero
dell’ex-Meyer, occupato da circa due anni da un centinaio di migranti.

I vigili urbani si sono presentati presso l’ex-ospedale alle prime ore
del mattino. Le operazioni si stanno svogendo lentamente e
minuziosamente, in modo da poter arrivare al riconoscimento di tutti
coloro che sono presenti nello stabile.

Al momento sono in corso i primi colloqui con i servizi sociali, che
dovrebbero offrire soluzioni abitative alterantive, ma dal Movimento di
lotta per la casa fiorentino, fanno sapere che non tutte le proposte
sono accettabili, in quanto in molti casi si parla di divisione dei
nuclei familiari. Viene inoltre sottolineato che molti dei migranti sono
rifugiati politici.

La decisione di Palazzo Vecchio di effettuare questo sgombero, si
inserisce perfettamente in una linea dura che le amministrazioni PD
della Toscana hanno scelto in questi ultimi mesi. (altro…)

Pisa Questa mattina in città il ministro Maroni
per firmare, con le istituzioni locali, il "Patto per Pisa città
sicura".

Ancora una volta una città blindata dalle camionette e da centinaia di
uomini delle forze dell’ordine, uno scenario al quale i pisani,
purtroppo, si sono abituati nelle ultime settimane.

Il ministro leghista è arrivato in prefettura intorno alle 10:30, per
firmare un patto che palesa una direzione che l’amministrazione locale
ha già imboccato da tempo: più sicurezza alla città, quindi più
telecamere e più uomini delle forze dell’ordine.

Nel frattempo il presidio permanente delle famiglie di via Marsala
davanti al palazzo del Comune, si è arricchito della presenza di altre
realtà cittadine, intervenute per manifestare il proprio dissenso alla
presenza di Maroni e alla firma di questo patto. (altro…)

08/06/2010

PISA-Questo pomeriggio intorno alle 15 i vigili urbani insieme ad un
ingente spiegamento di forze dell’ordine, hanno tentato di rimuovere il
presidio delle famiglie di via Marsala.

Dopo lo sgombero della tendopoli avvenuto
ieri mattina, le famiglie di via Marsala hanno da subito allestito un
presidio permanente davanti al palazzo del Comune, in piazza XX
Settembre. Parte degli ex-occupanti ha trascorso in questa piazza anche
la notte.

Questa forma di protesta e di comunicazione alla città è proseguita per
tutta la giornata di oggi.
Una giornata che è stata movimentata da un ennesimo tentativo di prova
di forza da parte di polizia, carabinieri, digos e vigili urbani.
Alle 15 circa, infatti, lo spiegamento di forze dell’ordine si è portato
davanti a Palazzo Gambacorti con l’intento di sgomberare la piazza dal
poco materiale presente al presidio: alcune sedie, un tavolo e dei
materassi.
Chiesto anche l’intervento di un mezzo dei vigili del fuoco per
rimuovere lo striscione che da ieri è esposto davanti al comune: "Così
si affrontano i problemi in città. Distruggere le tende la vostra
legalità". (altro…)

Video dell’Associazione Aut Aut sullo sgombero della tendopoli in Largo
Ciro Menotti

Pagina successiva »